Il problema delle pareti divisorie

La ricostruzione dei tramezzi per suddividere gli ambienti interni si predilige che avvenga utilizzando tavelle in laterizio o  blocchi in lapil-cemento di spessore cm.8.

Si consigliano i blocchi in tavelle specie nella realizzazione dei muri divisori degli ambienti bagno e della cucina, al fine che la gran quantita’ di tracce da effettuarsi per il posizionamento degli impianti, consenta il riprisitino della struttura muraria. E’ opportuno infatti che le tracce siano poi chiuse con un materiale compatibile con il supporto, infatti la malta cementizia mal si adatta alle caratteristiche dei cementi soffiatti come i SIPOREX.